Oltre la meccanica

Sono nato nel 1967 nel vallo di Noto, senza che mi informassero del fatto che molti anni dopo quei luoghi sarebbero diventati il set di sceneggiati televisivi tra i più amati in Italia, quelli del commissario Montalbano. Sono stato adolescente a Perugia, nel cuore verde d'Italia, saltando dal barocco netino al medioevo umbro. Ho praticato atletica leggera e rugby (entrambi rimasti nel sangue); al liceo ho conosciuto la bellezza della filosofia, della storia, della scienza (o meglio, filosofia naturale), e ho sviluppato l'amore per la letteratura e le lingue straniere - aiutato anche da amori di gioventù, una delle quali mi ha scattato la foto qui accanto (forse 1985). Ovviamente non è mancata la musica - quella degli anni 70 e 80, principalmente...

Per tutto ciò, in queste pagine non mancheranno i riferimenti alla mia passione ovale (primi tra tutti, gli All Blacks: ponga ra!; in secondo luogo, la mia attività sul campo come arbitro federale), al grande rock degli anni passati, all'amatissimo Giacomo recanatese, alle curiosità rinascimentali, alla filosofia della scienza, alle arti e a tutto ciò che, credo, rende una persona ricca di spirito e libera intellettualmente prima che un ingegnere (che poi alla fine non è male...)

eipformazione.com/2020/09/16/lezioni-senza-frontiere-dalla-poesia-alla-meccanica-dei-solidi/